Aktuell

07.11.2018

Zum Jahrestag der Einreichung der eidgenössischen Volksinitiative für eine starke Pflege machten in acht Schweizer Städten hunderte Freiwillige symbolisch auf den Fachkräftemangel in den Pflegeberufen aufmerksam, während (...)
Mehr

25.10.2018

Der SBK äussert sich in der Vernehmlassung gegen geplante Änderungen der Krankenpflege-Leistungsverordnung KLV. Eine Senkung der Krankenkassenbeiträge an die Spitex läuft der Strategie ambulant vor stationär zuwider und verstärkt (...)
Mehr

«Krankenpflege»

Riflessioni

Christian Lohr, consigliere nazionale

«Il personale infermieristico si assume le proprie responsabilità e svolge la sua professione con grande impegno. Ho sempre avuto l’impressione che si voglia fare il bene dell’assistito. Nella mia esperienza personale nell’ambito delle cure, ho sempre apprezzato l’elevato grado di competenza. Mi ha particolarmente colpito l’attenzione particolare rivolta ai bisogni del paziente e l’efficacia del lavoro svolto dalle infermiere. Inoltre ho notato che i curanti svolgono il loro lavoro con una grande motivazione. Ho sperimentato sulla mia pelle la disponibilità del personale infermieristico. Il loro lavoro merita il massimo riconoscimento e il nostro pieno appoggio anche a livello politico. Perciò mi schiero chiaramente a favore dell’iniziativa parlamentare per il riconoscimento legale della responsabilità delle infermiere. Essa contribuirà a permettere di svolgere questa professione in condizioni adeguate all’elevato livello richiesto.»

Carlo Janka, sciatore

«Apprezzo il difficile lavoro delle infermiere e degli infermieri e nutro un grande rispetto per la loro professione. A loro si chiede umanità, empatia e sapere. Grazie ai miei nonni, che hanno vissuto in una casa per anziani, ho potuto farmi un’idea del lavoro svolto quotidianamente dal personale curante. Penso che la fiducia che si ha nei loro confronti sia un elemento indispensabile per il successo della cura. In tal senso la comunicazione e la trasmissione del sapere svolgono un ruolo molto importante. Se le infermiere e gli infermieri potranno fatturare alle casse malati le loro prestazioni senza prescrizione medica, il loro lavoro sarà ancora più apprezzato e la fiducia nei loro confronti consolidata; questo renderebbe ancora più attrattiva la professione.»

Gardi Hutter, attrice

«Per un paio di anni sono andata a trovare un’amica, ricoverata in una casa di cura e mi colpiva sempre la cordialità e la professionalità del personale curante. In tutto il mondo si trovano statue dedicate a ‹eroi famosi›, che per la maggior parte hanno a che fare con guerre e battaglie. Ma anche con il potere. Io erigerei una statua per ‹gli eroi silenziosi›, che hanno a che fare con il dolore e la malattia. E con l’impotenza. Per me i veri eroi sono loro, le infermiere e il personale curante che si occupano con professionalità, gentilezza e pazienza dei nostri malati e anziani.»