Documenti e informazioni in italiano

Informazioni attuali in italiano si trovano sul sito della sezione Ticino dell'ASI

> Formulario di adesione all'ASI

> Statuti all ASI del 16 giugno 2016

Le pubblicazioni dell'ASI si possono ordinare su Online-Shop.

Rimborso spese per materiale di protezione

I giocatori della Nazionale svizzera di calcio hanno donato dei soldi all'ASI per coprire i costi del materiale di protezione per le infermiere e gli infermieri indipendenti. Anche la Federazione svizzera delle levatrici e l’Associazione Spitex Svizzera beneficiano della donazione.

La donazione è unica. La somma sarà corrisposta solo fino al raggiungimento del tetto massimo previsto, secondo il principio: first come, first served.

Si prega di notare che alcuni cantoni mettono gratuitamente a disposizione del materiale. Se questo è il caso, vi preghiamo di contattare prima il vostro cantone.

Per un elenco dettagliato consultate: https://www.curacasa.ch/page/89

Abbiamo raggiunto il limite massimo dei costi, con effetto immediato non possiamo più accettare richieste.

Attualità ASI

L'ASI ringrazia di cuore a nome del personale infermieristico la Nazionale svizzera di calcio per la grande solidarietà espressa nei loro confronti e per il loro straordinario impegno.

Approfondisci

Informazioni per infermiere independente

Infermiere indipendente sono pregate di andare sul sito della sezione ticino dell'ASI

Informazioni et documenti generali

più

Documenti

Procedura di  conciliazione

I partner tariffari per le prestazioni in base alla LAMal sono tenuti a stabilire una procedura di conciliazione in caso di controversia. Fino alla fine del 2010, le controversie importanti erano sottoposte a una commissione di conciliazione paritetica costituita dall'ASI e dagli assicuratori. Benché la commissione abbia permesso di evitare diverse procedure giudiziarie, gli assicuratori non erano più disposti a contribuire alle spese e ha dovuto essere sciolta.

Per sostituirla l'ASI ha creato una procedura di conciliazione bilaterale: alcuni rappresentanti dell'ASI e della cassa malattia interessata cercano di trovare un accordo attorno ad una tavola rotonda.

Formulario per la procedura di conciliazione

Altri informazioni

Sondaggio dell'ASI e della Swiss Nurse Leaders: gli infermieri non hanno abbastanza tempo per i pazienti.


Esame professionale nel settore delle cure - Documento programmatico


Regolamento sulla concessione delle protezione giuridica

Griglia di verifica per la cartella infermieristica

più

Una griglia di verifica per la cartella infermieristica è ora a disposizione delle infermiere e degli infermieri. Essa si basa sui modelli del processo infermieristico e può essere utilizzata in ambito ospedaliero, ambulatoriale e nelle cure di lunga durata.

I vari  criteri di valutazione proposti sono stati estrapolati dalla letteratura e permettono di procedere a verifiche a livello strutturale e formale e verificare la qualità del contenuto della documentazione del processo infermieristico.

Questa griglia è stata elaboorata da Concret SA su mandato dell’ASI.

Documenti:

Basi per la griglia die verifica per la cartella infermieristicha

Griglia di verifica (pdf)


ORT-SUP

Ottenimento retroattivo del titolo di una scuola universitaria professionale

più

Dal 1° gennaio 2015 gli infermieri possono richiedere il titolo di scuola universitaria professionale con validità retroattiva.

Sono qui riportate le informazioni di maggiore importanza (situazione al 3 luglio 2020).

1. Obiettivo dell’ottenimento retroattivo del titolo di scuola universitaria professionale

Con l’attribuzione successiva del titolo il personale di cura in possesso del diploma di infermiere previsto dal precedentemente ordinamento di studi, ad es. in igiene materna e pediatria, in cure psichiatriche, in cure generali oppure in cure infermieristiche di livello II, ovvero DN II, ha la facoltà di fare uno studio nel sistema di scuola universitaria che permette poi di conseguire una laurea magistrale in cure infermieristiche (MScN, cioè Master of Science in Nursing).

Base giuridica per l’ORT in Cure infermieristiche

La base giuridica è l’Ordinanza del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR)sull’ottenimento retroattivo del titolo di una scuola universitaria professionale. Nella Scheda informativa sull’ORT in cure infermieristiche si precisa quanto stabilito dall’ordinanza.

Per beneficiare di un ORT in cure infermieristiche si devono soddisfare le condizioni di seguito elencate in materia di diploma di infermiere, perfezionamento e pratica professionale:

  • possedere un diploma svizzero di infermiere secondo il precedente ordinamento + formazione di scuola universitaria professionale in cure infermieristiche livello 2 (SUP CI II) + attestato di pratica professionale di almeno due anni in un campo professionale pertinente (fino a un minimo di tempo parziale 75%) dopo il 1° giugno 2001

OPPURE

  • possedere un diploma svizzero di infermiere secondo il precedente ordinamento + formazione di scuola universitaria professionale in cure infermieristiche livello 1 (SUP CI I, certificato da SBK-ASI, WE’G, Kaderschule o altri) + corso post-diploma di livello universitario o un’altra formazione di perfezionamento pari a 200 ore di corso ovvero 10 ECTS + attestato di pratica professionale di almeno due anni in un campo professionale pertinente (fino a un minimo di tempo parziale 75%) dopo il 1° giugno 2001.

I diplomi in cure infermieristiche rilasciati all’estero, riconosciuti o meno dalla Croce rossa svizzera (CRS), non consentono di accedere alla procedura per l’ORT. Modifiche nell’ambito dei titoli professionali dovuti a cambiamenti del sistema di formazione o della regolamentazione della formazione possono essere adottate solamente dal paese che ha rilasciato tale titolo.

2. Termini per la presentazione del dossier

SEFRI ha stabilito a fine 2025 il termine ultimo per la presentazione del dossier.

 

3. Caso: tutti i requisiti necessari sono soddisfatti

Inviare il proprio dossier con il modulo richiesto e tutti i documenti indicati. Tutte le informazioni sono disponibile alla pagina:

https://www.sbfi.admin.ch/sbfi/it/home/su/scuole-universitarie/coordinamento-del-settore-universitario/ottenimento-retroattivo-del-titolo-sup--ort-.htmll

 

4. Caso: non tutti i requisiti necessari sono soddisfatti

L’esperienza degli ultimi anni ha mostrato che le richieste che non rispondono appieno ai requisiti della SEFRI non hanno alcuna possibilità di beneficiare di un ORT.

 

5. Costi

Il costo della decisione scritta della SEFRI dipende da che cosa si richiede (spese amministrative, supplemento al diploma, certificato di diploma).

Spese amministrative:CHF 100.00
Supplemento al diploma: + CHF 20.00
Certificato di diploma: + CHF 75.00

Inoltre al ricevimento dell’ORT devono essere versati CHF 130.00 per spese di registrazione presso la CRS.

Tutti i costi relativi a un ORT sono completamente a carico del richiedente.

 

6. Altri criteri in vigore

I titoli rilasciati secondo l’ordinamento precedente mantengono la loro validità senza limiti di tempo.

I diplomi del precedente ordinamento di cui al punto 1 autorizzano a usare il titolo di infermiere diplomato di SS senza ulteriori esigenze.

Non vi è alcun obbligo di richiedere il titolo SUP.

 

 7. Posizione dell’ASI rispetto all’ordinanza DEFR sull’ORT in Cure infermieristiche

Secondo l’ASI l’ordinanza del DEFR sull’ORT in Cure infermieristiche è discriminatoria ed eccessivamente restrittiva. Il testo di Brigitte Neuhaus nella rivista Cure infermieristiche di ottobre 2019 ben rappresenta la posizione dell’ASI: "Il riconoscimento del titolo: una discriminazione autorizzata dallo Stato"

L’ordinanza sul riconoscimento retroattivo del titolo intendeva permettere ai molti infermieri con diploma del vecchio ordinamento, l’ottenimento del titolo SUP. Mediante una regolamentazione estremamente restrittiva la Federazione impedisce che infermieri in possesso del vecchio diploma ottengano retroattivamente il titolo triennale che apre loro nuove opportunità di carriera. In tal modo si vuole limitare il livello di accademizzazione degli infermieri, come ammette con franchezza il mondo della politica e della giustizia.

Negli ultimi anni l’ASI ha sostenuto alcuni associati nel ricorso contro la decisione della SEFRI, purtroppo sempre senza successo.


OpenClose

Actualité :

Nessun articolo disponibile.
Consulter les archives
OpenClose

Revue «Soins infirmiers»