Newsletter per infermiere e infermieri indipendenti dell'ASI del 20 marzo 2020

Covid-19 et cure freelance

L'ASI e Curacasa lavorano costantemente a più livelli per chiarire diversi argomenti, fare proposte e richieste di modifiche per trovare soluzioni pratiche ed emettere raccomandazioni per le infermiere e gli infermieri indipendenti.

Al momento non siamo ancora in grado di dare risposte chiare a tutte le vostre richieste. Troverete le ultime notizie sul sito dell'ASI con i link che possono esservi utili.

L'ASI non fornisce una propria valutazione della situazione perché l'UFSP e le autorità cantonali hanno la sovranità sull'informazione.

Di seguito sono riportate le principali domande, risposte e informazioni su vari argomenti riguardanti la vita quotidiana durante l'epidemia di COVID-19.

Materiale: mascherine, disinfettanti

Le sezioni stanno lavorando intensamente con le autorità cantonali per trovare soluzioni per la fornitura di materiale per le infermiere indipendenti.

Per sostenere questo prezioso lavoro, l'ASI ha chiesto ai dipartimenti cantonali della sanità, ai farmacisti e ai medici cantonali di garantire l'accesso alle mascherine igieniche in base alle raccomandazioni dell'UFSP a tutti coloro che si occupano di cure ambulatoriali.

Informazioni cantonali sulla consegna del materiale, indicazioni dei medici cantonali:

In collaborazione con Curacasa, l'ASI ha creato una pagina COVID-19 sul sito di Curacasa. In questo modo si può garantire una gestione adeguata delle risorse per le richieste delle indipendenti.

Questa pagina è accessibile a tutte le infermiere indipendenti! Le informazioni sono aggiornate, raggruppate e strutturate in modo chiaro.

Interventi e misure di sicurezza:

Vi esortiamo ad applicare le direttive dell'UFSP e dei medici cantonali in materia di misure di sicurezza e di protezione.

Le cure ambulatoriali dei pazienti devono continuare ad essere fornite laddove sono necessarie cure e assistenza di base.

Gli interventi vengono valutati in base alla loro urgenza, alla necessità e alla valutazione del rischio. L'obbligo di contenere la diffusione del virus da un lato e di effettuare gli interventi necessari dall'altro richiede una decisione ben ponderata, professionale e tecnicamente fondata da parte dei singoli curanti. Il trattamento e la cura di base necessari devono essere eseguiti nel rigoroso rispetto delle misure di protezione e di sicurezza raccomandate.

Qualora non fossero disponibili le mascherine protettive, si consiglia di discutere con il medico curante quali trattamenti possono essere eseguiti e in quali condizioni.

Sostituzione di personale infermieristico malato:

Le infermiere e gli infermieri indipendenti che si ammalano sono tenuti ad organizzare sostituzioni con la loro rete per garantire la continuità delle prestazioni.

Perdita di guadagno dovuta all'annullamento di interventi:

  • In quanto associazione professionale, l'ASI non può esentare il personale infermieristico indipendente dal rischio commerciale e compensare la perdita di guadagno che ne deriva. L'ASI chiede e pretende dalla Confederazione un sostegno finanziario per tutte le PMI colpite dalle conseguenze economiche della pandemia.
  • Alcuni dipartimenti sanitari hanno contattato infermiere indipendenti per reclutarle in caso di necessità. Un'eventuale perdita di guadagno potrebbe essere compensata da un'occupazione temporanea in istituzioni o organizzazioni.
  • L'ASI e Curacasa stanno elaborando i mandati e le tariffe orarie.
  • In caso di malattia, si prega di contattare l'assicurazione d'indennità giornaliera.

Collaborazione con partner contrattuali, Tarifsuisse, HSK e CSS:

  • L'ASI si è messa in contatto telefonico con i suddetti partner contrattuali in merito all'art. 5 cpv. 5 dell'accordo amministrativo relativo a possibili sostituti nell'attuale situazione di crisi.
  • Di conseguenza, le infermiere indipendenti vengono pagate per le loro prestazioni in caso di malattia o quando lavorano con organizzazioni di cura e aiuto domiciliare, anche se il numero RCC corrispondente non è presente nel modulo di valutazione delle cure richiesto.
  • Alcuni indipendenti hanno deciso di organizzare consultazioni telefoniche o via Skype. Attualmente non si tratta di servizi che possono essere fatturati tramite AOS. Anche a questo proposito è in corso una richiesta dell'ASI agli assicuratori.

L'ASI non può garantire l'accettazione delle richieste sopra descritte e la relativa fatturazione delle prestazioni. Le risposte e le decisioni in merito saranno pubblicate a tempo debito sui siti web dell'ASI e di Curacasa.

Consigliamo di:

  • rispettare scrupolosamente le raccomandazioni in materia di igiene;
  • mobilitare le conoscenze e le competenze acquisite;
  • mantenere la calma;
  • prendere decisioni in modo ponderato;
  • avere cura della propria salute.

 

 

 

OpenClose

Aktuell

Das Netzwerk Pflege Schweiz stellte das Projekt Chief Nursing Officer CNO Switzerland bei Bundesrat Alain Berset und VertreterInnen des BAG vor.

Mehr

Der Nationalrat will die Kantone dazu verpflichten, finanzielle Mittel zur Verfügung zu stellen, damit mehr Pflegefachpersonen ausgebildet werden.…

Mehr
mehr aktuelle Meldungen
OpenClose

«Krankenpflege»