Aktuell

29.07.2014

Dank einer Vereinbarung mit der Messeorganisation erhalten SBK-Mitglieder kostenlosen Eintritt an die IFAS (21. bis 24. Oktober in Zürich).
Mehr

Kat: News
16.07.2014

Gemäss einer Medienmitteilung von Comparis ist die Hygiene in Schweizer OPs schlecht. Stellungnahme von SBK und dibis.
Mehr

«Krankenpflege»

Documenti e informazioni in italiano

Questa pagina contiene tutti i documenti e le informazioni disponibili in lingua italiana.

> Formulario di adesione all'ASI

Altre informazioni in italiano si trovano su www.asiticino.ch

Le pubblicazioni dell'ASI si possono ordinare su Online-Shop.

Esame professionale superiore di esperta/esperto nella prevenzione delle infezioni associate alle cure

L’esame federale superiore di esperta/esperto nella prevenzione delle infezioni associate alle cure  si basa sul regolamento d’esame e le sue direttive. È ammesso all'esame chi soddisfa le condizioni stabilite nell'art.3.3 del regolamento.

I costi per l'esame superiore ammontano a  CHF 1'700.-

I prossimi esami si terranno durante la settimana dal 27 al 31 ottobre 2014.

continua

Le date precise e il luogo saranno comunicati al più tardi 8 mesi prima dell’esame.

I seguenti documenti dovranno essere consegnati assieme all’iscrizione:

  • formulario d’iscrizione compilato e firmato
  • copie dei certificati dei moduli richiesti
  • attestato del datore di lavoro per l’attuale attività professionale
  • attestato dell’esperienza professionale
  • sintesi del progetto di lavoro di diploma (vedi anche Direttive)
  • copia del diploma o qualifica equivalente
  • copia di un documento d’identità con foto (carta d’identità o passaporto)

Tutti i documenti d’iscrizione devono essere inviati per posta prioritaria e in versione elettronica (per e-mail o CD o chiavetta USB) entro il 1.marzo 2014 (consegna al segretariato d’esame) al seguente indirizzo:

SBK-ASI, segretariato centrale
Segretariato d’esame
Casella postale 8124
3001 Berna

E-mail: Examen(at)sbk-asi.ch

L’annullamento dell’iscrizione deve essere annunciata per iscritto.

Conferma dell’autorizzazione a valutare i bisogni in cure psichiatriche

Ai sensi dell’art. 7, capoverso 2bis lettera b dell’OPre, la valutazione delle cure psichiatriche deve essere svolta da un’infermiera o un infermiere titolare di un diploma riconosciuto (art. 49 OAMal), che possa provare di avere un’esperienza professionale di due anni nel settore psichiatrico.

L’ASI, l’Associazione svizzera dei servizi di assistenza e cure a domicilio e santésuisse hanno stabilito un processo di conferma in una convenzione amministrativa e creato una commissione.

continua

Questa procedura di conferma non fa parte del processo per aderire alla convenzione per l’esercizio indipendente della professione infermieristica. Le infermiere e gli infermieri indipendenti che intendono fare la valutazione dei bisogni in cure psichiatriche devono soddisfare una condizione supplementare, cioè 2 anni di esperienza pratica nel settore delle cure psichiatriche.

La tassa per l’esame della richiesta è di CHF 150.- per i membri dell’ASI e CHF 195.—per i non membri (più IVA). Le richieste sono esaminate una volta avvenuto il pagamento.

Le richieste devono essere inviate a:  
ASI Svizzera, Commissione « Valutazione dei bisogni in cure psichiatriche » 
casella postale 8124, 3001 Berna

Infermiere/i indipendenti

Attualità per infermiere indipendenti (febbraio 2014)

Documenti

Procedimento di conciliazione

I partner tariffari per le prestazioni secondo la LAMal sono tenuti a convenire un procedimento di conciliazione in caso di controversia. Fino al 2010, le controversie importanti erano sottoposte a una commissione di conciliazione paritaria costituita dall’ASI e dagli assicuratori. Pur avendo permesso di evitare diverse procedure giuridiche, la commissione è stata sciolta poiché gli assicuratori non erano più disposti a partecipare ai costi.

Per sostituirla, l’ASI ha creato un procedimento di conciliazione bilaterale: alcuni rappresentanti dell’ASI e della cassa malati interessata cercano di trovare un accordo attorno a una tavola rotonda.

Domanda per un tentativo di conciliazione